Serpentini alettati

Il serpentino alettato nasce dall’esigenza di ottenere uno scambiatore di calore ottimizzando al massimo l’efficienza del materiale usato per lo scambio termico. Con l’alettatura del tubo si aumenta notevolmente la superficie esposta allo scambio termico e con essa la potenza dello scambiatore. Oltre a questo incontestabile vantaggio, otteniamo anche una considerevole riduzione degli ingombri, infatti mediamente un metro di tubo alettato corrisponde a circa tre metri di tubo liscio in termini di superficie di scambio. Riducendo la lunghezza del tubo ottengo anche una riduzione di perdite di carico sul circuito.

Nella realizzazione dei serpentini alettati vengono gestiti sia il processo di alettatura sia quello di spiralatura e normalmente si eseguono produzioni personalizzate a disegno, con diverse tipologie di attacchi, spire, geometrie e diametri del tubo.

Possono seguire processi di trattamento galvanico come la stagnatura e la nichelatura.


Back